Dovrei vergognarmi a dire che da Italiana che sono non avevo mai apprezzato la bellezza di Venezia?

Forse si. Ero stata lì da bambina, ma oltre ai negozi di vetri dove dovevo stare zitta e ferma, non ricordavo nulla.
Non ricordavo la poesia di questa città, anzi che una città può essere poesia solo a farsi guardare.

Venezia è di una bellezza sconvolgente, ogni angolo, ogni palazzo, ogni finestra rientra in un’opera d’arte gigante che è la città nel suo complesso.

Passeggiando, i canale e i ponti disegnano paesaggi romantici e unici.

Ok! Ma adesso passiamo alle cose pratiche:

  • nightlife: ZERO! Non ci sono discoteche o club, ecco perché è la città degli innamorati, non ci sono modi per litigare!
  • mezzi pubblici, i tram o la metro sono degli enormi battelli che di sponda in sponda spostano i passeggeri.
    i taxi sono delle graziose e costosissime barchette e soprattutto bisogna chiamarli mezz’ora prima per farli arrivare mezz’ora dopo.

Ovviamente è costosa quanto basta.

Tuttavia nonostante questi piccoli inconvenienti la città mi ha rubato il cuore e per riassumere in una frase la mia permanenza: OK BELLISSIMA, MA NON CI VIVREI MAI.

Vi lascio anche il contatto e qualche pics dell’albergo dove ho alloggiato, supercomodo perché a due passi dalla stazione e bellissimo al suo interno.